Centralcarta

Centralcarta è un’azienda che trasforma Tissue in pannocarta, carta igienica, tovaglioli, asciugamani piegati etc. ed ha un marchio ICF (Industria Cartaria) che identifica sul mercato l’attività del Gruppo relativa alla produzione di materia prima.
Vende a proprio marchio sotto il nome di ClassEur al mercato Away from Home e nell’ambito Consumer (B2C) si articola su 4 marchi: Kitchenette, Hygienette, Jobby e Giga.
Inoltre produce anche a marchio altrui, per conto terzi, ma è un mercato che non deve avere rilievo comunicazionale

SERVIZI
  • Full/Flat Branding Operative Agreement
  • Full/Flat Web Development Addon

Strategy

Nell’attività iniziale di individuazione delle aere critiche, la prima questione da assestare riguardava la chiarificazione dell’assetto e dell’identità di marca, che facilitasse la comprensione dell’offerta Corporate.
Era infatti necessaria l’individuazione di una struttura che permetta la chiara valorizzazione dell’effetto INTEGRATO e la valorizzazione delle capacità dell’organizzazione industriale nel dare risposte in termini di:

1. Relazioni B2B con produzioni conto terzi, gestione di private label e fornitura di materia prima.

2. Relazioni B2C con lo sviluppo e la commercializzazione di prodotti e brand di qualità, sia per il versante domestico che professionale della commercializzazione, anche con brillanti soluzioni ecofrendly.

Non a caso, ad esempio, il marchio ClassEur è stato integrato da marchi specifici come Profipro (profitable environment), Hytiss e Nouvellevie.

Project

L’intervento iniziale è stato immediatamente mirato sulla tagline che accompagna la marca, concretizzata nella frase “TISSUE LOVING GROUP”, a cui si è aggiunto il claim “TISSUE FOR LIFE”.
Questi strumenti verbali focalizzano subito l’ambito operativo dell’Azienda, valorizzando tutto il resto della comunicazione Corporate e di prodotto e raffinandola tramite design adeguato per alzarne il tenore e posizionamento come di consueto facciamo in Metodoadv.
Al contempo siamo intervenuti su una codifica efficiente dei colori sociali e sulla riorganizzazione dei marchi con i quali vendeva, in modo da poter declinare in maniera coerente e ben riconoscibile tutti gli strumenti online e offline che vengono implementati day by day.